In bilico tra modernità e tradizione

Finiti gli esami, ho passato le prime settimane di agosto in visita in Romania. Ogni volta che viaggio in questo paese mi trovo a camminare forzatamente nello stretto confine fra visitatore e abitante e non posso abbandonare uno spirito critico. Proprio per questa ragione le foto che seguono non vogliono essere turistiche, a questo fine bastano le cartoline, ma cercano di mostrare il conflitto fra bellezza e arretratezza. 
E voi che cosa avete fatto questo mese? Avete scattato qualche fotografia?

Pezzi di tradizione in vendità (Oradea)
Fiori per 3 lei (Podu Roș, Iași)
La chiamavano modernità (Iași)
Cemento (Valea Lupului, Iași)
 Normalità (Iași)
Parco giochi (Nicolina, Iași) 

C'è chi vive come una volta

Scacchi, passione che si trasmette (Podu Roș, Iași)
Scacchi, senza età (Podu Roș, Iași)

Palazzo della Cultura (Iaşi)



Nessun commento:

Posta un commento